Sir Charles Grandison, volume I, lettere 11/20

Ho completato la pagina con il secondo gruppo di 10  lettere dal primo volume:

scg-1-1120

Sir Charles Grandison, volume I – lettere 11/20

Volume I-lettera 11
È molto loquace, ma è una loquacità che deriva più dall’assenza di dubbi che da qualità straordinarie in ciò che dice. Ma è ritenuto persona di buonsenso, e se riuscisse a persuadersi ad ascoltare di più e parlare di meno meriterebbe maggiormente la stima di cui è certo di godere.

I-12
Che io, donna, sappia qualcosa di latino e greco! Non conosco che una signora che sia padrona di entrambe, e si sente talmente una mosca bianca, che sopra ogni altra cosa non vorrebbe si sapesse che le ha studiate.

I-13
E non curatevi di uomini dalla mente così ristretta da avere timore per le proprie prerogative di fronte a una donna istruita.

I-14
E così, signore, ho detto, vorreste che io, così come, da quanto ne so, hanno fatto molte brave donne, sposassi un uomo allo scopo di sbarazzarmi del suo comportamento molesto.

I-15
In effetti, Marforio mio, ci sono ben pochi argomenti che emergono nella conversazione tra uomini, sui quali le donne dovrebbero aprir bocca. Per loro è confacente il silenzio. Lasciamo che ascoltino, si stupiscano e migliorino in silenzio. Per loro natura sono polemiche, e amano contraddire […], e le riteniamo forse qualificate a disputare con noi?

I-16
Quante cattive mogli ci sono, che sarebbero state ottime, se solo non si fossero sposate con riluttanza, o con indifferenza? Dei buoni inizi, Sir Rowland, sono necessari per procedere bene, e per felici conclusioni.

I-17
Ma, ha proseguito, dato che una donna è più del marito di quanto un uomo sia della moglie [Tutti gli uomini hanno questa idea di privilegio, Lucy? Certo che è molto a favore degli uomini] avrò da esserne fiero e degno di vantarmene, se riuscirò a chiamare mio un simile gioiello.

I-18
E ora, Lucy mia, ti sei convinta che una delle pene più grandi (salvo la perdita di persone care) che può sperimentare un animo grato, sia essere troppo amata da un cuore degno, senza poter ricambiare il suo amore?

I-19
Credo che sia troppo presto per impegnarmi in una vita piena di responsabilità; e se non m’imbatto in un uomo al quale donare tutto il mio cuore, non mi sposerò mai. Siete in collera, Sir Hargrave, ho aggiunto, ma non avete il diritto di esserlo. Vi siete rivolto a me come a qualcuna che è padrona di se stessa.

I-20
So fin troppo bene quanto possiate essere crudele, se volete; ma vi farebbe piacere se tornassi in campagna?
Farmi piacere, signore? Mr. Greville può sicuramente fare quello che vuole. Vorrei solo che mi si permettesse la stessa libertà.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...